fbpx

Superbonus Alberghi: i nuovi bonus per il turismo

Superbonus alberghi

Il Decreto Recovery introduce due nuovi bonus per il turismo ed è già in circolazione la nuova bozza che definisce le regole per la fruizione di questi incentivi.

Quali sono i bonus?

I due incentivi previsti sono:

  • Credito di imposta dell’80% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di riqualificazione delle strutture;
  • Contributo a fondo perduto di massimo 40 mila euro.

Il secondo incentivo potrebbe essere però incrementato. In che modo:

  • Se l’intervento in programma prevede l’innovazione delle strutture in chiave tecnologica ed energetica per almeno il 15% del valore totale dell’intervento: fino ad ulteriori 30 mila euro;
  • Se l’impresa è composta da donne e/o giovani tra i 18 e 35 anni: fino ad ulteriori 20 mila euro;
  • Se l’impresa ha una sede operativa ubicata al sud (Basilicata, Abruzzo, Campania, Molise, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna): fino ad ulteriori 10 mila euro.

In ogni caso il contributo è di massimo 100 mila euro.

A chi è rivolto?

Gli incentivi sono rivolti a: alberghi, agriturismi, strutture ricettive all’aperto, imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, impianti termali e balneari, porti turistici e parchi a tema.

Quali sono le spese ammissibili?

  • Incremento efficienza energetica e riqualificazione antisismica;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Manutenzione straordinaria, restauro e di risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia;
  • Realizzazione di piscine termali e relative attrezzature e apparecchiature;
  • Digitalizzazione e progettazione.

 

Il bando sarà pubblicato dal Ministero del turismo entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto.


Per il tuo impianto fotovoltaico:

Questo sito fa uso di cookie, NON di profilazione, per consentirne la navigazione. Continuando ad utilizzarlo l'utente acconsente al loro utilizzo.